Il “manifesto del web journalism” (http://www.thelocal.de/sci-tech/20090909-21803.html) recita al suo punto 4: “La libertà di internet è inviolabile” Il giornalismo del XXI secolo che comunica digitalmente deve adattarsi all’ architettura aperta di Internet. Non è ammissibile che si limiti questa libertà in nome di interessi particolari commerciali o politici, spesso presentati come interessi generali…”

Pensiamo sia questo un punto di forza in cui MinorPlanet si riconosce, pur restando solidale al giornalismo professionale e riconoscendo un ruolo fondamentale alla carta stampata ed all’informazione televisiva corretta e fuori dalle parti.

Nasce da queste convinzioni il progetto di MinorPlanet, rivolgendosi in modo particolare alla diffusione di una informazione scientifico-culturale di massa, cosa che purtroppo sembra sia oggi necessaria più di quanto non sembri.

Pare infatti che la disinformazione a scopo di lucro pilotata da alcuni media stia diventando un serio problema: tra “fine del mondo”, “oroscopi personali”, “extraterrestri che passeggiano nelle città” e varie altre corbellerie del genere, la gente comune diventi sempre di più un “bel bocconcino” da tenere in caldo. Non si crede certo che il passante sia stupido, ma è fuori dubbio che se certe notizie hanno una “presentazione” da parte di testate giornalistiche e media di rilievo, il lettore frettoloso e non molto interessato può facilmente cadere preda di un gioco economico raffinato e di rilievo.

MinorPlanet, con la sua passione scientifica, vuole contrastare o quanto meno “arginare” questa cattiva tendenza, nel modo più semplice possibile: facendo divulgazione culturale-scientifica. Attraverso i suoi due portali “TvSpace.it” (prossima testata giornalistica registrata) e “MinorPlanet-Tv“, senza sedersi in cattedra e senza dispensare facili ricette, con l’aiuto dei tanti scrittori, scienziati, giornalisti, blogger e di alcuni Istituti nazionali ed Internazionali che a loro volta credono nella “condivisione”, cercherà di “fare chiarezza” insieme alle tante altre testate e media che cercano onestamente di perseguire lo stesso scopo.

Può quindi accadere che riportando qualche notizia o testo di qualcuno che non sia del tutto d’accordo ai nostri principi, si “offendi” il suo copyright o si viòli inavvertitamente la sua Policy; cercheremo di stare attenti, ma se ciò avvenisse ce ne scusiamo anticipatamente e preghiamo di darcene comunicazione per rimuovere immediatamente quanto non permesso. Siamo certi che non succederà, anche perchè se si scrive in internet probabilmente si dovrebbe essere consapevoli della naturale condivisione e addirittura si dovrebbe “cercare” la pubblicizzazione della propria opera d’intelletto, comunque siccome l’uomo in genere è un pò strano, noi rispettiamo tutti e siamo pronti a fare un passettino indietro.

Inutile dire che siamo aperti e disponibili a qualsiasi contibuto da qualsiasi parte provenga, sempre però rispettando pochi semplici regole di Netiquette indispensabili.

Popularity: 7% [?]